News
Slider

Il Kapok: la fibra del futuro

Venerdì, 21 Febbraio 2020 12:48
Scritto da
Il Kapok: la fibra del futuro

Scopriamo insieme il Kapok, una pianta diffusa nelle foreste pluviali tropicali dalla quale deriva l’omonima fibra, utilizzata per produrre l’imbottitura di cuscini, materassi e trapunte.

L'ALBERO DEL KAPOK, UNA PIANTA STRAORDINARIA

Le leggende Maya raccontano di una pianta sacra, sui rami della quale le anime dei morti si arrampicavano per raggiungere il cielo. 
Il Kapok si ottiene da un albero molto diffuso nel sud America, la Ceiba Pentandra, detta Ciba, appartenente alla famiglia delle Bombacee. Questa pianta svetta in alcune delle foreste tropicali più rigogliose al mondo e può raggiungere un’altezza di 70 metri, presenta un tronco massiccio di 3 metri di diametro ed è ricoperto di spine, così come molti dei rami più larghi.
Le foglie sono composte da 5 a 9 foglioline più piccole, della lunghezza di 20 cm ciascuna. I fiori appaiono prima delle foglie e hanno un colore dal bianco crema al rosa: numerosi pipistrelli durante l’anno vengono attirati dal loro profumo per poi impollinarli.
I frutti di questa pianta sono davvero particolari: contengono semi, grandi come granelli di pepe, circondati e protetti da una massa lanosa di fibra, costituita da lignina e cellulosa, denominata “lana vegetale”.
I semi, le foglie, la corteccia e la resina sono spesso utilizzati in medicina.

LA FIBRA PIÙ LEGGERA AL MONDO

La fibra del Kapok è molto preziosa, totalmente biologica poiché cresce spontaneamente in natura. Per molto tempo si è ritenuta impossibile la filatura del Kapok, essendo una fibra cava, lunga da 2 a 4 cm, e contente l’80% di aria. Caratteristica fondamentale del Kapok è la sua leggerezza (ha una densità di 0,35 g/cm3, che la rende la fibra naturale più leggera al mondo). Le fibre vengono estratte a mano da baccelli lunghi da 10 a 15 cm.

L’utilizzo più comune ai giorni nostri di questo materiale è per l’imbottitura di materassi, cuscini e divani;  grazie ai moderni sviluppi delle tecniche di filatura, alcune aziende della moda ecosostenibile hanno introdotto questa nuova fibra naturale, ad esempio per la produzione di pantaloni e la ricerca nel tessile casa sta facendo passi da gigante.

UNA FIBRA PREZIOSA, TOTALMENTE ECOSOSTENIBILE

Il Kapok è una fibra in grado di donare grande morbidezza ai tessuti e all’imbottitura di cuscini e materassi, conferendo loro una grande resistenza e un’ottima gestione dell’umidità. Questa fibra è biologica, perché cresce spontaneamente in foreste incontaminate.
Scegliendo il Kapok, contribuiamo alla coltivazione di nuove piante, arricchendo di linfa vitale e ossigeno le foreste da cui provengono.
Miglioriamo attivamente l’ambiente: non sono infatti necessarie coltivazioni intensive e la fibra viene raccolta a mano. Nella sua coltivazione non vengono utilizzati fertilizzanti o pesticidi, il che consente uno smaltimento biologico naturale.

Scegliendo le aziende che producono utilizzando il Kapok contribuisci alla tutela dei nostri ecosistemi, acquistando una fibra totalmente biologica e valorizzando la gestione delle foreste certifica

Iscriviti alla newsletter
Scopri le ultime notizie dal mondo
Somma 1867
Iscriviti alla newsletter
Inserisci un indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
© Gabel industria tessile Spa a socio unico
Sede legale: Via XX Settembre, 35 - 22069 Rovellasca (Como)
C.F. e P.IVA 00185790185 Capitale sociale i.v.: 25.312.500 €
Iscrizione Registro delle Imprese di Como n.00185790185